Hotel Bishop’s House
+420 257 532 320
IT IT MENU
AVE Hotels facebookinstagramtripadvisoryelpgoogle+foursquareTwitter
Prenotazioni / Prenota ora   →
Prenotazioni
Data di arrivo  
Data di partenza  
Adulti
Bambini / Bebè   
Codice offerta speciale/ Codice tariffa speciale (opzionale)
Annulla
dalsia
Interni nazve
test
deluxe pokoj malovane tramy
budova den

Hotel Bishop´s House Praga

Hotel di design Bishops House recentemente ricostruito situato direttamente nel cuore del centro storico di Praga. Si trova a soli 60 metri dal famoso Ponte Carlo, dal fiume Moldava, dall’incantevole isola di Kampa, e in prossimità della Piazza della Città Vecchia e del Castello di Praga. Tutte le principali attrazioni turistiche, ristoranti, pub e negozi sono raggiungibili a piedi!

L'edificio principale è stato costruito nel 16 ° secolo e la sua facciata in stile impero risale al 1843. Gli ospiti hanno la possibilità di alloggiare nella torre della già antica Sede vescovile, della quale si parla sin dal 13° secolo.

Free WI-FI

OFFERTA SPECIALE

Sconto fino al 10% in caso di prenotazione tempestiva ON-LINE (32 giorni o più prima dell’arrivo)

-10% per tutte le prenotazioni effettuate ON-LINE su FACEBOOK

Come raggiungerci?

Contatti

Indirizzo:

Dražického náměstí 6/62
Praga 1, 118 00
GPS: 50°5'15.903"N, 14°24'24.376"E

Reception:

Tel: +420-257-532-320
Mobile: +420-606-624-500
E-mail: bh@avehotels.cz
Skype: bishopshouse.avehotels

Come raggiungerci?

Transporti pubblici:

Metropolitana:
stazione Malostranska, line A
Tram: Fermata Malostranske namesti
n° 12, 20, 22

In auto:

OFFERTA SPECIALE

Sconto fino al 10% in caso di prenotazione tempestiva ON-LINE (32 giorni o più prima dell’arrivo)

-10% per tutte le prenotazioni effettuate ON-LINE su FACEBOOK

Casa del Vescovo

La storia dell'edificio risale al periodo romanico. Alla fine del 12° secolo, il potente vescovo, il principe Jindřich Břetislav costruì una nuova residenza episcopale sulla riva sinistra della Moldava. I vescovi e arcivescovi successivi via via la estesero e ricostruirono. Una delle più importanti ricostruzioni seguì dopo un incendio nel 1249 appiccato dai ribelli contro il re Venceslao I. Nel rivoluzionario anno 1419 la casa fu saccheggiata e bruciata. La sede vescovile fu trasferita ed i resti delle mura utilizzati come materiale per la costruzione delle nuove case della borghesia. L'aspetto attuale della casa della quale antica origine rimane ormai solo il nome, è il risultato di una ricostruzione nel 16° secolo lunga sei anni e terminata nel 1843.

Ponte Carlo è il più antico ponte di Praga e collega la Città Vecchia con il piccolo Quartiere. La prima pietra venne posata nel 1357 da Carlo IV stesso. Il ponte è lungo 516 metri largo 9,5 metri. E 'stato costruito in blocchi di arenaria, sotto la supervisione del famoso architetto Peter Parler. Il ponte è decorato con 30 statue e sculture, la maggior parte delle quali risale al periodo 1706-1714.

Torre del Piccolo Quartiere

La torre sul lato ovest del ponte è costituita da due torri di diversa apparenza, origine e dimensione. La torre più piccola, costruita in stile romanico, fu parte del primo ponte praghese in pietra detto ponte di Giuditta dalla 1° metà del 12° secolo. Le prime menzioni risalgono all‘anno 1249. La seconda torre, più alta iniziò a svilupparsi con la costruzione del Ponte Carlo nel 1357 sul modello della Torre della Città Vecchia sulla riva opposta, ma fu completata solo un secolo più tardi, durante il regno di Giorgio di Poděbrady, ancora senza la prevista decorazione scultorea. Entrambe le torri sono collegate da una porta con merlatura risalente all’inizio del 15° secolo. La torre è decorata con gli stemmi dei regni di Venceslao IV. Le torri assieme alla porta facevano parte della fortificazione della città, ebbero pochi danni durante la guerra dei Trent'anni in confronto alla torre sul lato opposto, in quanto glii svedesi la conquistarono senza molta resistenza.

La chiesa di San Nicola sulla Piazza del Piccolo Quartiere

Uno dei gioielli praghesi del barocco è la chiesa di San Nicola sulla Piazza del Piccolo Quartiere. Questo importante edificio barocco con una cupola e il campanile ha una ricca decorazione interna. Qui suonò l'organo W.A. Mozart durante una sua visita. La costruzione della chiesa è merito dell’ordine dei Gesuiti che hanno otenuto il permesso imperiale di demolire la vecchia omonima chiesa ivi presente. Fu progettata dal costruttore Cristoforo Dientzenhofer, che ne ha anche diretto la costruzione negli anni 1703-1711. Il completamento della costruzione è stato ritardato di cinquanta anni a causa della mancanza di fondi, la peste, che arrivò nel 1713, e gli eventi degli anni di guerra 1741-1744. Proseguì poi l’opera il suo famoso figlio Kilian Ignaz Dientzenhofer che ha creato la parte finale della chiesa con la cupola e una parte della torre verso la galleria.
Il Completamento della torre, tuttavia, è rimasto in famiglia, quando, dopo la morte del più giovane Dientzenhofer se ne prese carico suo cognato, architetto Anselmo Lurago il quale ha creato un sottile campanile superiore in stile rococò della stessa altezza della cupola della chiesa - 74 m.
I proprietari di entrambi gli edifici erano diversi sin dall'inizio La chiesa apparteneva all'ordine dei Gesuiti, la torre al comune del Piccolo Quartiere a titolo di risarcimento per il campanile comunale demolito da Gesuiti prima della costruzione della chiesa. La torre ha quindi un ingresso indipendente sopra il quale si trova lo stemma del Piccolo Quartiere come anche il No. 556.
In passato nel campanile abitava l'osservatore che doveva avvertire se da qualche parte della città non fosse scoppiato un incendio. Sotto il precedente regime comunista nella stanza in cima fu istituito un osservatorio segreto della Sicurezza dello Stato. Qui era possibile monitorare dalle finestre i sottostanti ingressi e i giardini delle ambasciate dei paesi occidentali.
Dal 1992 è l’ex campanile, che ha servito al suo scopo fino al 1891, come proprietà della città, gestito dal Servizio Informazioni di Praga è stato aperto al pubblico quando, in collaborazione con il Museo Nazionale fu allestita una mostra permanente Musica dei cori praghesi.

Giardino di Vrtba

Il giardino di Vrtba si trova, insieme ad altri tre giardini barocchi Vratislav, Schönborn e Lobkowicz sulla pendice di Petrin ed è considerato uno dei giardini barocchi più belli ed importanti. E‘ stato progettato da Frantisek Massimiliano Kanka, che per Jan Josef, conte di Vrtba prima ricostruì il palazzo e poi creò il giardino. A differenza del giardino, che ha mantenuto il suo aspetto barocco senza variazioni significative, il Palazzo di Vrtba subi nei periodi successivi significative modifiche.
Le decorazioni scultoree sono state create da Matyas Bernard Braun. All'opera di grande successo a contribuito anche Vaclav Vavrinec Reiner. La decorazione interna della Sala terrena si è conservata molto bene. L'affresco sulla volta è opera di Vaclav Vavrinec Reiner e raffigura Venere ed Adone.

Chiesa della Vergine Maria Vittoriosa - Bambino Gesù di Praga

La chiesa barocca costruita negli anni 1611 - 1612, è famosa grazie alla statuetta spagnola fatta di cera che rappresenta il Bambino Gesù di Praga.

Kampa

La piccola romantica isola Kampa sul fiume Moldava a Praga offre un tour del luogo con case pittoresche e antichità. La falsa isola è separata dal Piccolo Quartiere da un canale artificiale chiamato Čertovka - il Diavolo che conduce ad un vecchio mulino. Il gruppo di case fra le quali il canale Čertovka scorre, è conosciuo come la Venezia praghese.

AVE Hotels facebookinstagramtripadvisoryelpgoogle+foursquareTwitter
©Provozovatel: AVE a.s. zapsaná v obchodním rejstříku vedeném u Městského soudu v Praze, oddíl B, vložka 68 Pod Barvířkou 6/747, 150 00, Prague 5, IČO: 00505641, VAT: CZ00505641